La Legge di Bilancio ha previsto uno sgravio per i datori di lavoro che assumono giovani laureati o in possesso di un dottorato di ricerca.

I requisiti dei lavoratori assunti che consentono la maturazione del beneficio sono i seguenti:

  • essere in possesso della laurea magistrale, ottenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 con la votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento del trentesimo anno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute, il titolo potrà essere stato conseguito anche presso università telematiche;
  • in alternativa essere in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del compimento del trentaquattresimo anno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute.

I requisiti sono quindi:

  1. assunzione che deve avvenire nel 2019;
  2. titolo di studio deve essere conseguito dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 prima dei 30 anni per i laureati magistrali e di 34 anni nel caso di dottorato di ricerca.

La misura dell’incentivo è pari allo sgravio totale annuale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, entro il limite massimo di 8 mila euro per ogni assunzione effettuata. La durata dello sgravio è pari a dodici mesi a decorrere dalla data di assunzione, che comunque deve essere effettuata entro il 31 dicembre 2019. Lo sgravio spetta per i contratti di lavoro a tempo indeterminato, anche a tempo parziale.

Questo sgravio può essere applicato anche alle assunzioni in ambito sportivo fra i laureati in Scienze motorie che vengono impiegati all’interno delle palestre e delle strutture sportive.
È prevista la possibilità di cumulare l’incentivo descritto con altri incentivi all'assunzione, di natura economica o contributiva, previsti dalla disciplina nazionale e regionale ed è fruibile nel rispetto delle norme dell'Unione europea in materia di aiuti “de minimis”.

A cura Bulgheroni Dott.ssa Alessandra
Consulente del Lavoro


Prossimi Eventi

No events

Intervista al Presidente CSEN Francesco Proietti

Francesco Proietti

D: Presidente Proietti, in merito all'incontro tenutosi il 31 gennaio scorso nell'Aula Magna dell’Acqua Acetosa nel corso del quale i Sottosegretari Giancarlo Giorgetti, Simone Valente hanno presentato la nuova riforma del sistema sportivo italiano, alla quale Lei è stato presente in qualità di Presidente del CSEN. Ci può brevemente raccontare cosa è stato detto al fine di farci comprendere la reale portata di tale riforma?

Facebook