FISCOCSEN RISPONDE

Le risposte degli esperti

Buongiorno, è possibile ricevere l'ultima normativa aggiornata relativa all'obbligo per le ASD di ricevere dai propri associati il certificato medico di idoneità sportiva non agonistica? E' obbligatorio l'elettrocardiogramma a riposo? Grazie per la collaborazione. Cordiali Saluti (affiliata CSEN Cuneo).

La normativa di riferimento per le certificazioni mediche richieste agli associati è stata oggetto, anche recentemente, di alcuni interventi normativi volti da un lato a riordinare la materia e dall'altro a semplificarne, per quanto possibile, la gestione.
Se il Decreto Ministeriale 24 aprile 2013 (il c.d. Decreto Balduzzi che ha introdotto anche l'obbligatorietà del DAE) aveva inizialmente suscitato non poche perplessità – se non dire polemiche – per le prescizioni in esso previste che, di fatto, avrebbero appesantito, e non poco, l'iter per il rilascio della certificazione medica, le successive Circolari del Ministero della Salute n.4608 e 4609 del novembre 2013 erano intervenute per chiarire che è “sempre richiesto il certificato medico per le attività sportive non agonistiche organizzate da associazioni e società sportive affiliate ad enti di promozione sportiva, federazioni e discipline sportive associate. Non è, però, più previsto come obbligatorio l’elettrocardiogramma a riposo, a meno che non sia il medico a ritenerlo opportuno”.
Grazie anche alle linee guida introdotte con il successivo Decreto Ministeriale 8 agosto 2014 sono poi stati ulteriormente chiarite ulteriori criticità del Decreto Balduzzi confermando, in ogni caso, l'obbligo di certificazione di idoneità all’attività sportiva non agonistica per tutti i praticanti (associati e tesserati) attività sotto l'egida di un' Associazione o Società sportiva dilettantistica o per coloro che svolgono attività sportive parascolastiche.
Successivamente il CONI, con propria circolare del 10 giugno 2016 il CONI, e d’intesa con il Ministero della Salute, aveva chiarito che non erano sottoposti all’obbligo di certificazione per sport non agonistico o che svolgevano attività sportive che non comportassero impegno fisico, inteso come ridotto o assente impegno cardiovascolare.

A titolo di esempio :
• Sport di tiro
• Biliardo sportivo
• Bocce (con eccezione per il tiro veloce)
• Bowling
• Bridge
• Dama
• Giochi e sport tradizionali
• Golf
• Pesca sportiva di superficie
• Scacchi
• Curling

Elettrocardiogramma si o no ?
Le linee guida del Ministero della Salute del 2014, elaborate con la Fnomceo, richiedono di presentare un elettrocardiogramma per ottenere il certificato dal medico di famiglia, pediatra o sportivo: se si tratta di ragazzi, basta uno pregresso, "una volta nella vita"; se si tratta di over 60 è invece sufficiente la presenza di un fattore di rischio (stile di vita sedentario) per richiedere l'ecg annuale. Per gli under 60 il certificato va fatto annualmente se ci sono patologie croniche

Per chiarezza si propone uno elenco riepilogativo :

TIPOLOGIA CERTIFICATO MEDICO

ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA
Seguendo le linee guida Decreto Ministeriale Lorenzin per l'esame è prevista (i) anamnesi; (ii) l’esame clinico con misura della pressione arteriosa; (iii) un’elettrocardiogramma o altri accertamenti specifici a discrezione del medico.
Validità : 1 anno dal rilascio
Non è specifica per un determinato sport.
E' obbligatoria per :
a) Alunni che svolgono attività fisico-sportive organizzate dagli organi scolastici nell’ambito delle attività para-scolastiche (Esempio: corsa campestre, tornei sportivi dopo scuola in ambito scolastico).
b) Tesserati che svolgono attività organizzate dal CONI, associaizoni / società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del DM 18.02.1982.
c) persone fisiche che partecipano ai giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale (quindi, i partecipanti ai giochi studenteschi nella fase provinciale e regionale)
Non è obbligatoria per :
a) Educazione Motoria curriculare
b) Tesserati che svolgono attività sportive che non comportano impegno fisico;
c) Tesserati che non svolgono alcuna attività sportiva (es. dirigenti da inserire in apposita sezione del libro Soci)

ATTIVITA' LUDICO – MOTORIA
Certificazione rilasciata da qualsiasi medico.
Ancorchè facoltativa può essere richiesta dal gestore impianto / struttura.
Solo per soggetti che svolgono attività sportiva o fisica, SE NON tesserati alle federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI (es. nuoto, palestra, calcetto, sci, ecc. svolti da soggetti non tesserati)

ATTIVITA' SPORTIVA AD ELEVATO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE
Sempre obbligatorio se si partecipa a manifestazioni podistiche di lunghezza superiore ai 20 Km, gran fondo di ciclismo, di nuoto, di sci di fondo o altre tipologie analoghe non agonistiche o di tipo ludico-motorio, patrocinate da Federazioni sportive, Discipline Sportive Associate ed Enti di promozione Sportiva che non sono tesserati ai suddetti organismi.
L'esame consiste in una rilevazione della pressione arteriosa, elettrocardiogramma basale, step test o un test ergometrico con monitoraggio dell’attività cardiaca e altri eventuali accertamenti ritenuti utili e opportuni a giudizio del medico.

Da ultimo si segnala l'intevento normativo dello scoso Aprile con il quale il MInistro della salute, Beatrice Lorenzin e quello dello Sport Luca Lotti hanno sancito il venir meno dell’obbligo del certificato medico per la pratica dell’attività sportiva in età prescolare. Il decreto infatti prevede che "per facilitare approccio all’attività motoria costante fin dai primi anni di vita i bambini da 0 a 6 anni possano liberamente praticare un’attività fisica organizzata senza bisogno di documentazione medica, salvo in casi specifici segnalati dal pediatra di famiglia.".

Paolo Rendina
Avvocato, Foro di Torino



NEWS
 

PRIVACY: NUOVO DECRETO PER L'ADEGUAMENTO DELLA NORMATIVA NAZIONALE AL G.D.P.R.

PRIVACY: NUOVO DECRETO PER L’ADEGUAMENTO DELLA NOR…

CONSIGLIO DEI MINISTRI N° 14 DEL 08/08/2018

Agosto 2018


CODICE DEGLI APPALTI: ON LINE LA CONSULTAZIONE PER…

DICHIARAZIONI DEL MINISTRO TONINELLI: A SETTEMBRE …

Agosto 2018


TERZO SETTORE: NUOVO DECRETO E PROROGA PER L’ADE…

CONSIGLIO DEI MINISTRI N° 13 DEL 02/08/2018

Agosto 2018

CIRCOLARI E
APPROFONDIMENTI

SPORT DILETTANTISTICO: IMPRESSIONI D'AUTUNNO

UNA PRIMA ANALISI DELLA CIRCOLARE 18/E DELL’AGENZI…

ASPETTI PROBLEMATICI E COORDINAMENTO NORMATIVO

Agosto 2018


IL CONSENSO ALLA PRIVACY DEI MINORI, E LA PUBBLICA…

LA SITUAZIONE DOPO IL DECRETO ITALIANO DI ADEGUAME…

Agosto 2018

CONVEGNI E
FORMAZIONE

Seminario Giuridico Fiscale: Faenza, 27 ottobre 2018

Seminario Giuridico Fiscale: Faenza, 27 ottobre 20…

Comitato Provinciale CSEN di Ravenna

Ottobre 2018


Simone Boschi nel Corpo Docente sul Terzo Settore

Un nuovo ed importante riconoscimento alle capacit…

Luglio 2018



BANDI
E CONTRIBUTI

RACCOLTA DI OPPORTUNITA’ REGIONALI PER LE ASSOCIAZIONI

RACCOLTA DI LEGGI REGIONALI SULLO SPORT

AGGIORNATA AD AGOSTO 2018

Agosto 2018


RASSEGNA DI BANDI REGIONALI PER SPORT, CULTURA, VO…

LA RIVINCITA DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI

Luglio 2018

LEGGI E
SENTENZE

A.S.D. e S.S.D.: la perdita dei benefici fiscali e la scorretta imputazione delle spese di sponsorizzazione

A.S.D. e S.S.D.: la perdita dei benefici fiscali e…

Raccolta delle decisioni della Corte di Cassazione…

Luglio 2018


LA DILIGENZA NELL’USO DELLA P.E.C.: ORDINANZA DE…

UNA PRONUNCIA DI INTERESSE ANCHE PER LE SOCIETA’…

Giugno 2018


Lombardia e Veneto in Corte Costituzionale contro …

Depositati i ricorsi in Corte Costituzionale il 9 …

Ottobre 2017

SCADENZARI
 

scadenzari

Scadenzari fiscale e previdenziale ottobre 2018

Ottobre 2018

Scarica gli scadenzari fiscale e previdenziale del mese di ottobre 2018



MODULISTICA
 

modulistica

Modulistica

Gli iscritti qui potranno trovare
modulistica per la gestione
della propria associazione




Facebook
Twitter
Google Plus


News
FiscoCsen Risponde
Corsi e Convegni


Via Luigi Bodio, 57
00191 Roma (RM)
Telefono:+39 06 32 94 807
FAX:+39 06 32 92 397
C.F.80192090589

E-mail: info@fiscocsen.it